Tariffe

 

TERRITORIO PROVINCIALE DI FERRARA

La tariffa è il corrispettivo riconosciuto al gestore per lo svolgimento delle attività riconducibili al Servizio Idrico Integrato (SII) e copre pertanto i costi operativi sostenuti per la  gestione del servizio e la manutenzione ordinaria nonché i costi capitale (ammortamenti ed oneri finanziari) sostenuti per le opere del servizio idrico realizzate o acquisite dal gestore.

Le modalità per il calcolo delle tariffa media applicata all’utente ovvero i criteri di calcolo  delle componenti di costo ammesse in tariffa sono definite dalla AEEGSII (Autorità per la Energia  Elettrica e il Servizio Idrico Integrato). ATERSIR applica i criteri definiti dalla Autorità e calcola la entità delle componenti di costo ammesse in tariffa e di conseguenza le variazioni percentuali annua da applicare all’articolazione tariffaria.

Le tariffe del Servizio nel territorio provinciale di Ferrara sono applicate in attuazione dei contenuti della  Delibera di Consiglio d'ambito n. 41 del 26 luglio 2016 (HERA) e Delibera di Consiglio d'ambito n. 44 del 26 luglio 2016 (CADF).
La tariffa finale applicata agli utenti si articola nelle componenti relative ai servizi di acquedotto, fognatura e depurazione in relazione ai servizi effettivamente erogati all’utente (utenti allacciati all’acquedotto ma non serviti dalla pubblica fognatura pagano solo la quota di tariffa relativa al servizio acquedotto).

Per il servizio acquedotto la tariffa è in generale di tipo binomio: risulta costituita da:
•    una quota fissa la cui entità è determinata in funzione dei consumi medi annuali (crescente in proporzione ai consumi)

•    una quota variabile proporzionale ai consumi dell’utente (misurati dal contatore installato dal gestore del S.I.I., come da contratto di utenza) e calcolata attraverso l’applicazione di tariffe unitarie differenziate per scaglioni di  consumo (in generale le tariffe risultano crescenti per gli scaglioni corrispondenti ai consumi maggiori)

•    Le tariffe unitarie del servizio acquedotto risultano inoltre differenziate per tipologia di utenza (domestica, non domestica ecc…).

Le tariffe di fognatura e depurazione risultano differenziate per le seguenti categorie di utenza:
•    Alle utenze di tipo domestico (ovvero utenze non domestiche che danno luogo a scarichi di natura domestica) si l’applica un corrispettivo calcolato proporzionalmente ai volumi che usufruiscono di tali servizi, attraverso l’applicazione di tariffe unitarie costanti (indipendenti dai volumi fatturati). Per la valutazione del volume da contabilizzare su applica in generale il dato misurato dal contatore installato sull’allaccio dell’acquedotto.

•    Alle utenze di tipo industriale ovvero caratterizzate da processi di lavorazione che danno luogo a scarichi che per qualità e quantità non possano essere considerati assimilabili a scarichi di natura domestica si applica una la tariffa calcolata sulla base di un algoritmo di calcolo definito dall’art.20 del DPGR 49/2006. Tale metodologia, in applicazione del principio “chi inquina paga”, commisura la tariffa ai costi di depurazione effettivamente sostenuti dal gestore che risultano proporzionali al carico inquinante del refluo immesso in pubblica fognatura

>> Decreto del presidente della Giunta Regionale n.49/2006 (Scarica il file)

Il dettaglio delle tipologie di utenza per il servizio acquedotto, delle relative tariffe unitarie distinte per scaglioni di consumo attualmente applicate, nonché le tariffe applicate per i servizi di fognatura e depurazione degli utenti domestici/civili e degli utenti industriali risulta riportato nel foglio “articolazioni tariffarie”.

>> Articolazione tariffaria GRUPPO HERA 2018 (Scarica il file)
>> Articolazione tariffaria GRUPPO HERA 2015-2017 (Scarica il file)
>> Sito GRUPPO HERA 2017

>> Articolazione tariffaria CADF. S.p.A. 2018 (Scarica il file)
>> Articolazione tariffaria CADF. S.p.A. 2015-2017 (Scarica il file)
>> Sito CADF. S.p.A.

 

Nessun risultato.

Aiutaci a migliorare www.atersir.it

Invia attraverso questo form segnalazioni per malfunzionamenti o problemi tecnici relativi esclusivamente al sito ATERSIR.

Per reclami e/o segnalazioni di eventuali disservizi subìti compila il form "Invia una segnalazione", raggiungibile anche dalla home page del sito.
Per informazioni inerenti i temi dell'Agenzia contatta il personale, i cui dati sono reperibili nella sezione "Contatti".