Servizio Rifiuti

Informazioni per utenti, comuni e gestori dal Servizio Gestione Rifiuti Urbani

Il Servizio di Gestione integrata dei rifiuti urbani (S.G.R.U.) è costituito dal complesso delle attività volte ad ottimizzare la gestione dei rifiuti, ivi compresa l’attività di spazzamento delle strade e deve essere gestito secondo principi di efficienza, efficacia, economicità, trasparenza, fattibilità tecnica ed economica e nel rispetto delle norme nazionali e comunitarie.

Il Servizio di Gestione integrata dei Rifiuti Urbani è organizzato, come previsto dal D.Lgs 152/2006 “Testo unico dell’Ambiente” sulla base di ambiti territoriali ottimali individuati da ciascuna Regione congiuntamente alla definizione dello specifico ente di governo dell’ambito. Governo dell’ambito che la Regione Emilia  Romagna, con Legge Regionale n. 23/2011 ha affidato ad ATERSIR, la quale disciplina, nel rispetto della normativa nazionale e comunitaria in materia di affidamento di servizi pubblici locali a rilevanza economica, l’erogazione e la gestione del servizio integrato di gestione rifiuti. 

Le funzioni di ATERSIR riguardano in particolare l’organizzazione dei servizi, la scelta della forma di gestione, la determinazione delle tariffe all'utenza per quanto di competenza, l’affidamento della gestione e relativo controllo.

La gestione dei rifiuti avviene nel rispetto della gerarchia sancita dalla Direttiva comunitaria 98/2008/UE volta ad individuare, in ordine di priorità, la migliore opzione ambientale.
Dall’approvazione della legge regionale n. 25 del 1999 e fino al 31 dicembre 2011 il sistema di regolazione e di organizzazione territoriale del servizio idrico integrato e del servizio di gestione integrata dei rifiuti in Emilia-Romagna si è basato principalmente sull'azione affidata a livello provinciale alle nove Agenzie d'Ambito Territoriale Ottimale, speciali forme di cooperazione tra Enti locali. Ogni Agenzia ha operato sulla base di una convenzione stipulata tra tutti i Comuni di ciascuna provincia e l'ente Provincia.

Con la L.R. 23/2011 la Regione Emilia-Romagna ha individuato un unico Ambito territoriale ottimale comprendente l'intero territorio regionale (ed eventualmente in casi particolari anche Comuni esterni limitrofi al confine regionale), riattribuendo le funzioni delle Agenzie provinciali ad un nuovo organismo pubblico dotato di autonomia amministrativa, contabile e tecnica, l'Agenzia Territoriale Emilia-Romagna Servizi Idrici e Rifiuti (ATERSIR).

Deliberazione del Consiglio locale di Parma n. 1 dell'8 gennaio 2015

Servizio Gestione Rifiuti Urbani: Legge regionale n. 23/2011 – art. 8 comma 6 lettera b) – Proposta al Consiglio d’Ambito di approvazione della pianificazione d’ambito del Servizio di gestione dei rifiuti urbani contenente le modalità specifiche di organizzazione e gestione del servizio nel territorio dei comuni della provincia di Parma.

Italiano

Deliberazione del Consiglio d'ambito n. 73 del 30 dicembre 2014

Determinazioni in merito alla modalità di affidamento del Servizio Gestione Rifiuti Urbani nel bacino Forlì – Cesena (territorio dei Comuni di Bagno di Romagna, Bertinoro, Borghi, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Cesena, Cesenatico, Civitella, Dovadola, Forlì, Forlimpopoli, Galeata, Gambettola, Gatteo, Longiano, Meldola, Mercato Saraceno, Modigliana, Montiano, Portico e S. Benedetto, Predappio, Premilcuore, Rocca S. Casciano, Roncofreddo, S. Mauro Pascoli, S. Sofia, Sarsina, Savignano sul R., Sogliano al R., Tredozio, Verghereto)

Italiano

Deliberazione del Consiglio d'ambito n. 69 del 22 dicembre 2014

Servizio Gestione Rifiuti.· Deliberazione del Consiglio d’ambito n. 14 del 5 giugno 2013 recante approvazione della ricognizione del sistema impiantistico di smaltimento dei rifiuti urbani ai sensi dell’art. 16, comma 2, della L. R. n. 23/2011 – Modificazione mediante sostituzione della tabella Discariche in gestione post-operativa riportata al punto 4 dell’Allegato. Riconoscimento all’interno del costo del servizio di gestione dei rifiuti urbani e assimilati per l’anno 2015 dei costi di gestione post operativa delle discariche ai sensi della D.G.R. n. 1441/2013

Italiano

Deliberazione del Consiglio d'ambito n. 66 del 17 dicembre 2014

Servizio Gestione Rifiuti Urbani - Province di Modena e Bologna: approvazione del piano d’ambito per la gestione del servizio rifiuti urbani nel territorio dei comuni di Anzola dell’Emilia, Argelato, Calderara di Reno, Castel Maggiore, Crevalcore, Finale Emilia, Nonantola, Ravarino, Sala Bolognese, S. Giovanni in Persiceto e S. Agata Bolognese (“bacino geovest”)

Italiano

Notizie

07/07/2020
Si comunica che sono riaperti i termini per la presentazione delle domande di inserimento nella graduatoria permanente delle richieste di contributo...
03/07/2020
L'Agenzia ha approvato una modifica al procedimento del bando 2020 per progetti comunali di prevenzione della formazione dei rifiuti aggiornando i

Affidamenti: informazioni sulle procedure in corso

02/07/2020

Si avvisa che  è stata pubblicata in data odierna la Determinazione n. 118 del 2 luglio 2020 inerente la sostituzione del Responsabile Unico del Procedimento di gara (RUP).

Atti e Documenti

30/09/2019
Area Servizio Gestione Rifiuti Urbani - Incentivi dalle linee LFA e LFB1 del Fondo d'Ambito ex L.R. 16/2015 per l'annualità 2019.
18/10/2019
Sostituzione membro della commissione giudicatrice delle offerte prevenute per la partecipazione alla procedura di gara per l’affidamento in conces
18/11/2019
Approvazione dell’Avviso di manifestazione di interesse per l’acquisizione di candidature finalizzate all’individuazione dei componenti delle Commi